Come ristrutturare casa in economia

La ristrutturazione di una casa sia se si tratta di qualche piccolo ritocco sia integrale è una tematica che infonde non poche preoccupazioni, soprattutto al portafoglio. Tuttavia, è possibile con un po’ di astuzia risparmiare sui costi della ristrutturazione senza peccare sulla qualità.

 

Ristrutturazione casa: Parziale o totale?
Generalmente se si ha disposizione un budget limitato è meglio evitare la totale demolizione delle mura e del pavimento ma preferire una posa su quello preesistente. Per quanto riguarda le mura, è meglio valutare se è davvero un intervento indispensabile e necessario, non tanto per l’abbattimento in sé del muro ma per la ricostruzione, che incide molto sul costo finale.
Individuare la tipologia di ristrutturazione implica decidere quali interventi fare; il tutto scrivendo bianco su nero comprensivo del budget prefissato. Una buona organizzazione permette di raggiungere gli obiettivi prefissati molto più facilmente.

 

Scelta dei materiali
Un ottimo modo per economizzare sulla ristrutturazione è di scegliere materiali che siano economici e di qualità, ad esempio per gli infissi il pvc è ideale essendo economico e al tempo stesso robusto e durevole. Non focalizzatevi troppo sulle marche troppo famose, a volte quello che si paga è solo il marchio e la pubblicità che sta dietro quell’azienda. Puntate più sul rapporto qualità prezzo. Fatevi consigliare dal venditore e chiedete di farvi vedere le rimanenze di magazzino e di fine serie, che solitamente sono a prezzi scontati e molto accessibili.

 

Ristrutturare risparmiando: la scelta delle porte
Se la ristrutturazione prevede il cambio di porte esterne e interne, acquistarle direttamente dal produttore, potrebbe rivelarsi una saggia scelta, ma prima assicuratevi che possa garantirvi il montaggio delle stesse e lo smontaggio delle vecchie, in questo modo il risparmio sarà maggiore. Considerate che le ditte che eseguono ristrutturazione comprano le porte dai produttori per poi rialzare il prezzo, così eviterete un passaggio e risparmierete soldi che potrete investire in altri lavori.  

 

Tanti preventivi per scegliere la ditta giusta

Come ristrutturare casa in economiaQuando si decide di voler ristrutturare casa è buona norma affidarsi a una ditta specializzata con professionisti che vi sapranno consigliare e darvi un lavoro finito ineccepibile. Nonostante il fai da te sembra essere più economico, potrebbe rivelarsi in futuro una scelta poco giusta e soprattutto non tanto economica, specie se si dovranno risolvere inconvenevoli dati da una manodopera non specializzata.

Se avete scelto di avvalervi di una ditta, non fate l’errore di fermarvi al primo contatto ma cercate e chiedete preventivi per ristrutturare casa in econonomia, i più dettagliati possibile. Soprattutto non accettate il preventivo con il prezzo più stracciato senza aver comprovato la professionalità della ditta per evitare di dovervi trovare insoddisfatti e farvi rifare i lavori, portando i costi della ristrutturazione a livelli molto più alti annullando del tutto il risparmio che si era riscontrato inizialmente.

 

Ristrutturare casa sfruttando gli incentivi e le detrazioni fiscali

Oltre ad attuare tutte le strategie utili per risparmiare sulla ristrutturazione della casa è buona norma informarsi se gli interventi di cui avete bisogno sono coperti da eventuali incentivi o detrazioni fiscali. Per questa informazione potete informarvi direttamente sul sito dell’Agenzia delle entrate o anche nei negozi specializzati che potranno darvi tutte le dritte per ottenere le agevolazioni fiscali sui prodotti acquistati presso di loro.

Per la ristrutturazione della casa è possibile usufruire, grazie alla legge di bilancio 2017, la detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie fino a un massimo di 96.000 euro. Possono usufruire delle agevolazioni per la ristrutturazione, i seguenti lavori:

Per la manutenzione ordinaria:

  • la pittura dei muri interni;
  • il rifacimento di intonaci;
  • la sostituzione di tegole, infissi esterni, pavimenti;
  • la riparazione o sostituzione di cancelli;
  • la riparazione delle grondaie;
  • la riparazione dei muri di cinta.

 

Per la manutenzione straordinaria:

  • l'installazione di ascensori e scale di sicurezza;
  • la realizzazione dei servizi igienici;
  • la sostituzione di infissi esterni con variazione di materiale o tipologia di infisso;
  • la costruzione di scale interne e rampe;
  • la realizzazione di muri di cinta, recinti e cancelli;
  • la sostituzione dei tramezzi interni senza che si alteri la tipologia dell’unità immobiliare.

 

Mentre tra i lavori di ristrutturazione edilizia rientrano:

  • la modifica della facciata;
  • la creazione di una mansarda o di un balcone;
  • l'apertura di nuove finestre e porte;
  • il cambiamento della soffitta in mansarda o del balcone in veranda.

 

Inoltre sono previste delle agevolazioni sia per il risparmio energetico e sia detrazione d’imposta pari al 50% per tutte spese sostenute per l'attuazione delle misure antisismiche sulle abitazioni collocate nelle zone sismiche.

Quando si parla di detrazioni è opportuno farsi guidare da un esperto per evitare di ritrovarsi in problematiche come la perdita della detrazione fiscale.

La detrazione può non essere riconosciuta e l'importo dato viene recuperato dagli uffici dell’agenzia delle entrate in occasione di una delle seguenti situazioni :

  • Qualora l'intervento prevede l'obbligo della comunicazione all’Asl competente, e non è stato fatto.
  • Le fatture dei fornitori non sono state pagate per mezzo di bonifico bancario o postale, oppure non è stata riportata la giusta causale del versamento compresa di codice fiscale del beneficiario dell'agevolazione.
  • Non sono state mostrate le fatture relative alle spese effettuate per le quali si richiede la detrazione.
  • La ricevuta del bonifico è intestata a un nominativo diverso da chi richiede la detrazione.
  • Il non rispetto delle norme urbanistiche per gli interventi di ristrutturazione.
  • La violazione degli obblighi contributivi e delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

Costo professionisti per ristrutturazione: come risparmiare

Come sappiamo nella ristrutturazione della casa abbiamo bisogno di avvalerci dei consigli e di essere guidati da professionisti come l’architetto, il geometra e un esperto per le agevolazioni fiscali che potranno consigliarvi su quali strategie intraprendere per risparmiare per la ristrutturazione. A volte evitiamo questa spesa perché considerata troppo onerosa.
Un ottimo modo per risparmiare è avvalersi di un servizio di professionisti online a cui poter chiedere un preventivo gratuito e soprattutto senza impegno.  La consulenza online è di certo molto più economica soprattutto se si tratta di alcuni dubbi che un esperto può risolvere attraverso una semplice mail dettagliata.

Inoltre grazie ai diversi software presenti in rete è possibile creare il progetto della vostra casa, che non solo vi aiuterà ad avere più chiaro i lavori da effettuare pianificando nei dettagli gli interventi da eseguire ma vi permetterà di risparmiare i costi di consulenza e progettazione.